giovedì 2 febbraio 2017

MEGA-INTERVISTA CON ANDREA CORBETTA: IL CREATORE DI THE PROFESSOR PER ERREDI GRAFICHE EDITORIALI

Qualche giorno fa abbiamo intervistato Francesco Mobili, autore dei disegni del numero 2 di The Professor, il nuovo successo di Erredi Grafiche, testata horror con atmosfere gotiche ambientato nel XIX secolo in Inghilterra. I personaggi che potrà quindi incontrare in questo luogo e tempo, sono figure note e care sia a un vasto pubblico che alla letteratura. Dalla Regina Vittoria a Conan Doyle ai Thughs seguaci della Dea Kalì e attentatori ante litteram a Jack lo Squartatore. Dai primi servizi segreti di Scotland Yard alla guerra di spie, dai nobili e dai ricchi borghesi alla disperazione e alla fame delle masse. Fino ai vampiri, ovviamente, e agli spettri di una Londra misteriosa, per passare a Venezia, ai misteri di Roma, alla corte dello Zar dove si affaccia Rasputin, fino ai dolori dell’imperatrice Sissi e agli intrighi di baviera e di Mayerling. Senza tralasciare la musica di Wagner di cui Benjamin Love è appassionato e che lo accompagnerà nelle sue indagini. In questo link trovate l'intervista a Francesco Mobili. Oggi, invece, abbiamo l'onore di ospitare Andrea Enrico Corbetta, creatore della fortunata serie.
 
Comix Archive: salve, Andrea. Scorrendo la tua biografia ci siamo resi conto che il tuo inizio non è stato nel campo dei comics ma in quello della scenografia teatrale a Genova per poi svilupparti in altri centri importanti della penisola con spettacoli vari e collaborazioni di prestigio. Cosa ricordi di quel bel periodo e in cosa il mondo della scenografia si differenzia da quello dei fumetti?
 
Andrea Enrico Corbetta: Inizio col dire che quel periodo non si è ancora concluso. Continuo a lavorare per il teatro e ho diversi progetti in campo scenografico per set cinematografici e televisivi. Nonostante ora lavori come grafico per il Teatro della Tosse di Genova, non voglio limitare il mio campo di azione. The Professor è un progetto al quale sto lavorando da circa due anni che, spero, possa continuare a lungo. Vede, il mondo della scenografia presuppone la visione di molti film, lettura di libri, ricerca di immagini e richiede comunque molta documentazione. Il fumetto richiede altrettanta attenzione specie se ambientato in epoche lontane dalla nostra. In The Professor potrete trovare moltissime citazioni a film, ad attori e ambientazioni che proprio da diversi mondi provengono. Un‘altra analogia riguarda il processo artigianale/artistico rapportato a quello produttivo. Se è vero che bisogna usare le mani sia per costruire una scenografia che per disegnare un fumetto, e anche vero che bisogna tenere sempre ben a mente i costi e i tempi di realizzazione del prodotto e la sua commerciabilità. Oggi bisogna insomma essere artisti e tecnici al contempo.


Comix Archive: nel 2012 hai creato la scenografia per il film The President Staff per Rai cinema. Un bel colpo, senza dubbio. Nel 2016 il presidente Usa Barack Obama ti ha attribuito un riconoscimento ufficiale per questo lavoro. Cosa ci puoi dire di questa esperienza?
 
Andrea Enrico Corbetta: Questo riconoscimento è stato per me una sorpresa. Ricordo in modo chiaro che a luglio 2015 mi telefonò il regista del film Massimo Morini, per dirmi che era successa una cosa incredibile che mi riguardava… sono rimasto con il dubbio di cosa potesse esser successo per giorni poi, quando ci siamo incontrati, mi è stata mostrata l’email nella quale ricevevo i complimenti. La fatica più grossa è stata proprio nascondere la notizia e il mio entusiasmo fino al lancio promozionale avvenuto in febbraio dell’anno successivo! Non so se potete immaginare! E’ stata una esperienza lavorativa molto gratificante. Abbiamo ricostruito con budget e tempi stretti, un set che ricordasse lo studio ovale della White House. Per fare ciò siamo ricorsi al cosiddetto trovarobato, a sponsorizzazioni di vario tipo per il noleggio e acquisto dei materiali necessari. In due settimane abbiamo costruito il set, l’unico nel quale si svolgeva il film.

Comix Archive: e veniamo a The Professor per Erredi Grafiche, casa editrice della tua città, Genova. Ci puoi dire come sei stato contattato per questo lavoro e come ti sei trovato a lavorare con alcuni noti autori come Paolo Martigli e Giancarlo Marzano, popolare scrittore di Dylan Dog?

Andrea Enrico Corbetta: Conosco Diego Pizzeghello da più di dieci anni in quanto come grafico sovente ho stampato presso la Erredi Grafiche. Sapevo che negli ultimi anni la Erredi era in grossa espansione in campo editoriale ma, mai mi sarei aspettato di vedere un mio personaggio creato vent’anni prima, poter diventare un fumetto da edicola. La scintilla che ha fatto partire l’operazione è stata del tutto casuale. Un giorno Diego ha visto sulla mia scrivania le vecchie tavole di una storia completa di “The Professor” che al tempo si chiamava “Van Helsing” e, si è incuriosito. La curiosità è diventata incontro per approfondire la cosa e avere da me un progetto più strutturato. Così, senza perder tempo, ho cercato collaboratori tra gli amici che stimavo. I primi che ho contattato sono stati Andrea Cuneo e Carlo A. Martigli. Ad Andrea ho chiesto di aiutarmi a trovare disegnatori giovani, talentuosi e volenterosi e con Carlo abbiamo studiato insieme miglioramenti al personaggio del 1995. Successivamente ho contattato Cristiana Astori e Giancarlo Marzano che, entusiasti del mio progetto, hanno aderito con molta generosità. Infine abbiamo avuto l’aiuto di Giuseppe Di Bernardo che ci ha consigliato un sacco di bravissimi disegnatori. Insomma in pochi giorni ho formato una gruppo di lavoro e presentato il progetto completo all’editore. Posso dire che siamo davvero una squadra, Ci aiutiamo l’uno con l’altro soprattutto nei momenti di difficoltà. Sono molto orgoglioso perchè tutti stanno facendo il massimo possibile.

Comix Archive: cosa ne pensi della tua esperienza nel mondo del fumetto in generale? Hai altri progetti nel settore per Erredi o per qualche altro editore?

Andrea Enrico Corbetta: Si, ho altri progetti per il mondo del fumetto. Insieme a Cuneo stiamo studiando una possibile serie a fumetti della quale ovviamente non posso anticipare nulla, anche perché ancora in fase embrionale. Quando saremo pronti sicuramente la Erredi sarà il nostro primo referente. Non posso dare una valutazione della mia esperienza nel mondo del fumetto perché risulterei arrogante e sciocco. Sono nuovo in questo settore e con rispetto e curiosità osservo ciò che succede e come si evolve. Quello che sicuramente voglio fare è scrivere e rispondere a tutti quelli che pongono critiche, osservazioni o lodi per fare sentire l’autore tra i lettori e non come un’ entità distante e superiore. Ciò non toglie che abbia le mie convinzioni!

Comix Archive: prima di salutarti, ci puoi dire se sei lettori di fumetti e quali serie segui? E in particolare, ove ti venissero attribuite responsabilità di vertice nel settore, quali tipi di strategie metteresti in atto per alzare le sorti di un movimento che oggi si trova in grosse difficoltà?

Andrea Enrico Corbetta: Sono lettore di fumetti da molti anni. Devo dire che in questi tempi mi dedico quasi esclusivamente al fumetto autoriale …Manara, Magnus, Toppi, Battaglia etc. Tranne qualche eccezione ho abbandonato i seriali. The Professor difatti sarà composto di miniserie o stagioni e comunque non avrà durata illimitata. Dire io quali potrebbero essere le strategie per risollevare le sorti del fumetto in italia mi sembra davvero poco rispettoso nei confronti di chi lavora in questo settore da molti anni. Posso dire che sicuramente va posta l’attenzione più sul personaggio che su ciò che lo circonda. Non a caso i vecchi Tex e Diabolik, Zagor etc. continuano ad essere dei veri propri cavalli di battaglia. Oggi vedo troppi fumetti che si concentrano sull’estetica fine a se stessa e sull’effetto speciale… Peccato che i tempi siano davvero cambiati e che per combattere la cultura del media televisivo, serva molto rigore e molto contenuto. Questo penso voglia oggi il pubblico: contenuti senza sacrificare l’avventura!

Ringraziamo Andrea Enrico Corbetta per essere stato nostro ospite e averci svelato tanti particolari interessanti sulla serie di The Professor. Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.