sabato 10 giugno 2017

MEGA-INTERVISTA CON SAURO PENNACCHIOLI: TUTTA LA VERITA' SUL FUTURO DELLA SERIE DI MARTIN MYSTERE!

Oggi abbiamo l'Alto Onore di ospitare sul nostro sito ancora una volta il popolare scrittore e giornalista, nonché esperto di fumetti e collaboratore di varie case editrici, Sauro Pennacchioli, il quale qualche giorno fa ha pubblicato un post nel gruppo Facebook conosciuto semplicemente come Fumettoso facendo una previsione molto fosca sul futuro della serie di Martin Mysteré di Alfredo Castelli. Secondo quanto da lui riportato, Martin Mysteré potrebbe chiudere a breve. Noi ne abbiamo parlato qui. La reazione dei fan più accanati, come era facilmente immaginabile, non è stata piacevole. E allora abbiamo voluto chiedere ancora una volta a lui, a Sauro Pennacchioli, di chiarire meglio la portata delle sue dichiarazioni e capire se effettivamente Martin Mysteré chiuderà o andrà avanti.
 
Comix Archive: Salve, Sauro e ancora una volta grazie per essere qui. Qualche giorno fa hai pubblicato sul gruppo Facebook noto come Fumettoso un post che ha destato nei lettori di Martin Mysteré timori per il futuro della collana. Cosa ci puoi dire in merito? Esiste davvero il rischio che MM possa chiudere a breve?
 
Sauro Pennacchioli: Fumettoso è un gruppo di Facebook dove trattiamo il fumetto con una certa ironia, dato che a volte mi sembra che la serietà dei gruppi sia un po’ eccessiva. Spero che, applicandomi in questo nuovo gruppo, io possa venire odiato universalmente come te dagli appassionati del fumetto senza dovere usare l’espediente del complottismo. Quanto a Martin, non chiuderà a breve, dato che c’è una scorta di storie cospicua, anche se non la saprei quantificare.


Comix Archive: su un gruppo Facebook qualcuno ha postato una mail attribuendone il contenuto ad Alfredo Castelli, che sembra avere in parte smentito le tue affermazioni. Pensi che quelle dichiarazioni, sempre che possano essere riferite al vero Castelli, siano state dettate per rassicurare i fan preoccupatissimi?
 
Sauro Pennacchioli: Sicuramente la mail è di Castelli. Dopo le mie affermazioni imprudenti avrà sentito l’esigenza di tenere buoni i fans.
 
Comix Archive: questa mail parlerebbe di un blocco delle nuove storie che riguarderebbe anche le altre serie della Sergio Bonelli Editore, confermando quello che Serra aveva detto due anni fa per Nathan Never. Una affermazione che non farà piacere ai fumettisti, che rischiano di restare senza lavoro. Cosa ne pensi?
 
Sauro Pennacchioli: Se ci fosse davvero un blocco contemporaneo su più serie sarebbe un disastro per gli autori, che si troverebbero disoccupati. Per quello che ne so il blocco riguarderebbe solo Martin, così i suoi autori potranno essere distribuiti nelle altre serie.
 
Comix Archive: se confrontiamo il testo delle tue dichiarazioni con quelle attribuite a Castelli, si nota concordanza su un fatto. La produzione di nuove storie si è fermata, ma Castelli ha precisato che blocchi ci sono stati anche in passato senza che ciò sia preludio di future chiusure. I fan hanno ragione di preoccuparsi?
 
Sauro Pennacchioli: Sì, i blocchi sono avvenuti anche in passato. Questo però è diverso. Martin non ha mai venduto molte copie, ma ora è ai minimi storici. Alla Bonelli hanno voluto verificare le potenzialità del personaggio con la ristampa per il quotidiano La Repubblica e con la maxi-serie a colori. I risultati non sono stati molto incoraggianti: comunque lo si proponga, il marchio di Martin non sembra attirare lettori, purtroppo.

Comix Archive: nella sua mail Castelli sosteneva che la tua Gola Profonda era lui. Puoi confermare questo oppure si tratta di un'altra persona molto informata?

Sauro Pennacchioli: Quello che so mi è stato detto da persone coinvolte nella faccenda. Se non proprio al 100%, l'attendibilità è almeno al 90%: Martin Mystere può sempre aumentare le copie vendute, finché esce.
 
Comix Archive: nel gennaio del 2017 hai pubblicato sul tuo sito, Giornale Pop, un articolo dal titolo Perché Martin Mysteré va male. L'errore di Alfredo Castelli, scritto con cognizione di causa visto che anche tu sei stato autore di Martin Mysteré. Hai detto che il Corriere dei Ragazzi ha rovinato Castelli. In che senso?

Sauro Pennacchioli: Nel senso che il Corriere dei Ragazzi lo ha indirizzato verso uno stile didattico e didascalico. Il Corriere aveva grandissimi autori, ma era rovinato dalla smania di essere “educativo”. Così l’Intrepido vendeva 600mila copie alla settimana, mentre il CdR crollava sotto le 100mila. Però, sempre nel Corriere dei Ragazzi (e anche prima), Castelli aveva dimostrato di essere un grandissimo autore umoristico. A Sergio Bonelli aveva proposto anche altre serie, oltre Martin Mystère, ma tutte realistiche perché sapeva che l’editore odiava il genere comico. Ora però le cose sono un po’ cambiate: magari finalmente la Bonelli farà realizzare a Castelli una serie comica, o semicomica, nello stile degli Artistocratici. Come lettore, lo spero ardentemente. Anche perché non si può tenere a lungo fermo un autore del suo calibro. Ringraziamo Sauro Pennacchioli per la sua gentilezza. Intervista curata da Danilo Stassi.

1 commento:

  1. Giusto per correggervi, Serra non ha mai parlato di un blocco di storie per Nathan Never. Faceva invece riferimento al blocco per alcune collane parallele nate come spin-off da Nathan Never. Faceva riferimento a Universo Alfa, Agenzia Alfa e Asteroide Argo. La scrittura della storie di NN prosegue a cura degli altri due padri, Vigna e Medda

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.