venerdì 4 agosto 2017

VENDITE USA: GENNAIO 2017! LA MARVEL DOMINA NEL DESERTO! C'E' ANCORA TROPPO SOCIALISMO NEI FUMETTI

La classifica delle vendite di gennaio 2017 conferma gli equilibri tradizionali con le due major che arrancano e gli editori indipendenti che stanno a guardare la loro mediocrità. La DC domina nelle prime trenta posizioni, ma cede terreno alla Marvel che domina nella classifica di guadagni e quote di controllo. L'albo più venduto di gennaio è U.S. Avengers n. 1, ennesima versione di un team di Vendicatori al servizio dello Shield, con 110.729 copie. Sorvolando sui due numeri quindicinali di Batman, presenza fissa della top ten da molti anni, sorprende non poco la quinta posizione conquistata da The Walking Dead con 85.395 copie. Buona anche la prova di The Amazing Spider-Man, il cui n. 23 è nono con 73.773 copie. Tra un anno Dan Slott sarà sostituito come scrittore dell'Uomo Ragno da Nick Spencer e forse torneremo a leggere buone storie di questo personaggio. Il mese scorso il numero più venduto è stato il crossover tra Justice League e Suicide Squad. Il numero 3 è crollato al settimo posto con 74.229 copie, cioè meno della metà del numero 1. Scorrendo la classifica troviamo poi tutti gli altri titoli con vendite nella media triste di questi anni. La serie del nuovo Hulk si è rivelata un flop. Già il numero 1 aveva deluso. Il numero 2 è finito 83esimo con la miseria di 32.585 copie. Quando la Marvel smetterà di devastare il gigante di giada sarà troppo tardi. Nella classifica troviamo il numero 2 di U.S. Avengers. A differenza del numero 1 che è stato l'albo più venduto, il numero 2 è 94esimo con 29.523 copie! Un flop. Se andiamo nelle zone basse della classifica troviamo molti titoli che soffrono con vendite inferiori alle ventimila copie e che rischiano di chiudere. Tra questi Cage e la nuova serie di Power Man and Iron Fist.


Perché i fumetti di supereroi vendono così poco? La crisi economica non c'entra niente. In America non c'è la crisi economica. La scusa non regge. I fumetti vendono poco perché la gente ha capito che le storie sono scritte per compiacere le lobby gay, quelle di sinistra e pro-islamiche. La soluzione è dietro l'angolo. Basta scrivere storie che rispecchiano gli ideali di un grande partito di destra come Forza Nuova, che negli Usa ha di recente aperto una sezione. Difesa della famiglia, dell'ideale cristiano, della moneta, lotta senza quartiere alle associazioni segrete, ecc. I motivi per votare per Forza Nuova sono diversi. E ora un po' di macro-dati. Quasi la metà degli albi in classifica sono del duo Marvel e DC. Nel mese di gennaio 2017 sono stati venduti fumetti e riviste di settore per un totale lordo di 40.001.000 $ (-3% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso). L'aspetto che sorprende di più è che se questo dato viene confrontato con le vendite del mese di gennaio di cinque anni fa segna un incremento del 24% e se raffrontato con le vendite del mese di gennaio di dieci anni fa l'aumento è del 19%. Oggi si vende di più di prima? No, oggi si vendono meno fumetti ma costano di più. La media in America è di circa quattro dollari! Il fumetto non è più un genere popolare in America. Resiste grazie ad un piccolo gruppo di appassionati. Però i numeri 1 vendono ancora bene, sfruttando la credulità di chi pensa di poterci ricavare una fortuna un giorno. Di recente, qualcosa è cambiato. L'evento Legacy ha segnato il punto di rottura. Molte testate hanno ripreso le numerazioni originali. Sarà l'alba di una nuova Marvel? Non sarà facile riconquistare l'interesse di tanti lettori che nel corso degli anni lo hanno perduto. Jack Santorum.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.